INFORMATIVA COOKIE

Ti informiamo che questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più vai nell'area documenti 

BASTA UN CLICK

 


PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE
LEGGERE ATTENTAMENTE I
FASCICOLI INFORMATIVI
PRESENTI IN AGENZIA


 

Disattenzione e cadute: gli infortuni sulle piste da sci

Disattenzione e cadute: gli infortuni sulle piste da sci

In 3 casi su 4 ci si fa male da soli

 

Più donne che uomini, in tre casi su quattro si cade da soli, soprattutto nella fascia d'età tra i 51 e i 60 anni. È il ritratto degli infortuni sulle piste da sci. I dati sono stati raccolti dall'Astat, l'istituto di statistica della provincia di Bolzano, riguardano la provincia di Bolzano. Ma vista la zona, molto frequentata, e la quantità di casi analizzati (poco meno di 8.500), sembra essere una buona approssimazione di quel che è accaduto - più in generale - nell'intera stagione invernale 2021-2022.

Gli infortuni in pista

I dati, raccolti con l'aiuto di Croce Bianca, Carabinieri, Polizia, Soccorso Alpino e uffici provinciali per il turismo e per le funivie, hanno registrato una leggera prevalenza femminili, con il 51,6% degli infortuni a seguito di incidenti in pista. Nella stragrande maggioranza dei casi, sono originati da cadute “solitarie”: 75,1% degli infortuni, infatti, è conseguenza di incidenti “senza il coinvolgimento di terzi”.

La collisione con altre persone è all'origine del 13,7% dei sinistri, mentre sono molto rari gli infortuni conseguenza di collisione con ostacoli (1,1%) e uscite di pista (0,9%). Una quota consistente, poco oltre il 9%, somma le “altre cause”, a conferma di una casistica piuttosto ampia.

Età e piste

La fascia d'età più a rischio, quella tra i 51 e i 60 anni, concentra oltre il 21% degli infortuni. Ma l'incidenza è molto elevata anche tra i giovanissimi (11-20 anni), con il 18%.

Gli infortuni sono più frequenti sulle piste rosse e sulle piste azzurre che su quelle nere. Non vuol dire che queste ultime, più difficili, siano più sicure: è probabile che il dato dipenda dal fatto che sono anche meno frequentate.

Casco: gli effetti dell'obbligo

L'Astat ha rivelato anche quanti incidenti si sono verificati senza casco. Un dato importante, se si considera che la stagione 2021/2022 è stata la prima con l'obbligo di indossare il casco fino a 18 anni e di stipulare una polizza assicurativa.

L'impatto delle nuove norme è chiaro: al di sotto dei vent'anni, gli incidenti verificatisi senza casco sono circa il 2%. Hanno invece un'incidenza più netta in altre fasce d'età, superando il 10% tra gli uomini tra i 21 e i 40 anni e tra gli over 60. Più caute, invece, le donne: gli infortuni conseguenza di incidenti senza casco restano ben al di sotto del 10% in tutte le fasce d'età.

Data e Orario

sabato, 28 Gennaio 2023
04:04:52

cerca


162535
Your IP: 44.192.247.184
Server Time: 28-01-2023 03:04:52