INFORMATIVA COOKIE

Ti informiamo che questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più vai nell'area documenti 

BASTA UN CLICK

 


PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE
LEGGERE ATTENTAMENTE I
FASCICOLI INFORMATIVI
PRESENTI IN AGENZIA


 

RC del capofamiglia

Polizze rc capofamiglia

Figli, animali domestici e case possono essere fonti inesauribili di guai. Le polizze assicurative rc capofamiglia ti tutelano nel caso accadano piccoli e grandi incidenti nella vita quotidiana. Ecco cosa devi fare quando succede un guaio.

Le polizze assicurative rc capofamiglia ti tutelano nel caso accadano piccoli e grandi incidenti nella vita quotidiana, evitando così effetti deleteri sul tuo conto in banca. Le rc capofamiglia coprono sia da danni a terzi (lesioni o decessi) sia da danni ai loro beni. Non farti ingannare dal nome: a essere coperto non è solo il capofamiglia (quindi chi materialmente firma la polizza), ma anche chi coabita con lui e chi dipende da lui (ad esempio i domestici). Nel primo caso, l’assicurazione è valida per i soli fatti colposi (cioè quelli accaduti involontariamente). Nel secondo solitamente anche per quelli dolosi.

Coperture

L'estensione territoriale è generalmente massima e copre tutto il mondo (anche se alcune compagnie tendono a escludere alcuni Paesi). Variegato il panorama dei danni provocati dagli animali: ogni compagnia inserisce clausole particolari, franchigie e scoperti. Nel caso di incidenti con la macchina non bisogna confondere l'rc capofamiglia con la copertura offerta dalla polizza auto: la compagnia rc auto coprirà i danni causati a terzi, ma poi potrebbe rivalersi su di te per avere indietro i soldi spesi. A questo punto entra in gioco l'rc capofamiglia, che impedirà che la rivalsa si abbatta su di te. Per quanto riguarda le abitazioni, i danni coperti sono quelli provocati a terzi a seguito dell'uso della casa, alla manutenzione ordinaria e allo svolgimento di attività domestiche.

Assicurazione rc capofamiglia: la procedura

Cosa devi fare quando succede il guaio? Questa la procedura.

  • La denuncia va fatta con raccomandata a.r. entro 3 giorni da quando è avvenuto l’incidente (ma i termini possono essere anche più lunghi a seconda del contratto). La compagnia può pagare l’indennizzo direttamente al danneggiato se è l’assicurato a richiederlo. Meglio chiedere sempre alla compagnia di farlo e inviare copia della lettera anche al danneggiato.
  • La compagnia non paga se la polizza non copre il sinistro: l’assicurato deve risarcire il danneggiato ed eventualmente fare causa alla compagnia. L’assicurazione può anche non pagare perché stabilisce che l’assicurato non ha responsabilità in quanto accaduto. In questo caso tocca al danneggiato chiamare in causa l’assicurato, che sarà comunque tutelato dall’assicurazione.
  • Ricordiamo che il diritto ad avere l’indennizzo da parte dell’assicurato si prescrive entro due anni dal momento in cui è stato chiesto il risarcimento.

Data e Orario

Venerdì, 4 Dicembre 2020
02:13:01

cerca


116169
Your IP: 3.237.67.179
Server Time: 04-12-2020 01:13:01